La Mia Prima Spring School

Volentieri pubblichiamo un resoconto di Corrado Zambonelli sull’ Italian Spring School of PIping a cui partecipava per la prima volta.

Corrado Zambonelli tra gli insegnati mentre viene premiato

Ed eccomi qui per la mia prima Spring

Avevo partecipato in passato ad un paio di Gathering, ma alla Spring School non ero mai riuscito a partecipare.

Vi confesso che sono un po’ teso, pur sapendo che incontrerò un sacco di amici; tuttavia, la presenza di Tutors scozzesi non mi lascia del tutto tranquillo per via della lingua. Sebbene il mio inglese sia discreto, negli ultimi anni la mia attività è stata prevalentemente di back office, quindi letto e scritto nessun problema, mentre le opportunità di dialogo sono piuttosto rare ….. speriamo bene.

All’arrivo (il mercoledì pomeriggio perché una Spring merita tutto il suo tempo, senza fare cose di fretta) l’atmosfera è bellissima e, dopo la sistemazione in camera, si attraversa la strada: ponce?

Cena alla Terrazza, dove facciamo la conoscenza dei Tutors: Wilson e Ailis. Dai, sono molto simpatici ed alla mano. Del resto intorno ad una tavola ed un buon bicchiere di vino non può essere che così.

Giovedì, si inizia.

Le ore di lezione, alternate ad un’ora per lo studio, scorrono veloci ed interessanti: tutti gli insegnanti (il terzo è Alberto ☺) sono bravissimi e comprendono perfettamente che non siamo professionisti, sempre però non mancando di sottolineare le mancanze e ci danno suggerimenti interessantissimi.

Nel mio gruppo di studio mi trovo benissimo, ma tutti quanti sono molto simpatici e questo rende queste giornate ancor più meravigliose.

Un po’ alla volta il mio inglese esce allo scoperto: riesco pure a scambiare qualche battuta con i Tutors. Incredibile!!

I workshops organizzati sono interessantissimi ed utilissimi: un grande grazie a Chiara, Roberto e Giancarlo per le loro relazioni.

Venerdì, sabato, domenica, i giorni scorrono con profitto e molto piacere anche perché l’organizzazione è perfetta: tutto previsto, tutto organizzato, tutto fila liscio. Fantastico e un grande grazie a coloro che si sono dedicati all’organizzazione di questo evento. Bravissimi!!

Tra di noi si aggira una bimba, Emily, 8 anni o giù di li che, a detta del papà, è innamorata della cornamusa e vuole suonare questo strumento; Emily suona il violino e quindi la musica già la conosce e me ne accorgo quando partecipa al nostro gruppo: che rabbia!! In due secondi comprende tutto e pure lo esegue, quasi senza sbavature. Bravissima!!  Del resto, quando si è giovani…..

Sabato sera, dopo cena, Wilson ed Ailis suonano per noi alcuni brani, così come Alberto: che bello ascoltarli!!

Un piccolo fuori programma con la famiglia di Emily che ci intrattiene con i violini e vedere il papà con i suoi bimbi suonare insieme è davvero molto divertente.

Ed arriva la domenica, con il pranzo finale che, come nella tradizione, è più abbondante e curato; la Spring si conclude con la consegna degli attestati di partecipazione ed una ciliegina sulla torta.

Ma di questo vi racconterò personalmente al prossimo Gathering.

Un abbraccio a tutti e a presto

Corrado

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Spring School 2022

Riceviamo e pubblichiamo le impressioni di James C McTavish, per la prima volta alla Spring School. Ringraziamo lui per le belle parole e tutti i partecipanti e gli insegnanti che hanno reso la Spring Shool , come sempre indimenticabile.

English text below italian

Prima volta alla Spring School di James C. McTavish

Era la mia prima volta alla Spring School. Devo dire che sono molto grato per l’accoglienza e l’amicizia dimostrata da tutti. Ho viaggiato da Roma in treno e ho incontrato tutti, per la prima volta, a pranzo nella sede di Regina Mundi. Nei giorni successivi mi sono divertito ad entrare nel mondo dei piper italiani (con un olandese e 3 scozzesi)! 

La mia esperienza di piping fino ad allora era stata tutta online. Avevo iniziato a suonare il practice chanter nel 2020 quando sono stato assegnato alla missione di Manila, nelle Filippine, un paese dove era presente un solo piper! Le mie lezioni, che sono state di grande aiuto, erano via Skype attraverso il National Piping Centre di Glasgow, città di cui sono originario (beh, in realtà sono nato a Renfrew, a 15 chilometri di distanza). Un grande ringraziamento ai grandi insegnanti del NPC – Andrew (Bova), Dan (Nevans), ma specialmente l’eccellente e sempre professionale Margaret (Dunn), con cui ho avuto lezione dal gennaio 2021.

Così sono andato alla Spring School con l’esperienza di un anno di practice chanter e un anno di cornamusa. La scuola è stata davvero eccellente – ho sentito che mi ha aiutato ad immergermi davvero nel mondo del piping. È stata una grande novità incontrare di persona dei veri e propri piper, più di 30, con tanta esperienza, passione ed entusiasmo! Le lezioni sono state molto utili (con Wilson Brown e Ailis Sutherland della NPC, così come il migliore d’Italia, Alberto Massi). Durante le lezioni abbiamo esaminato vari brani e generi come reel e strathspeys, abbiamo avuto la possibilità di fare domande e abbiamo anche migliorato la nostra conoscenza teorica su alcuni punti specifici. 

I workshop, tenuti dai tutor in esame, sull’accordatura e sul set up degli strumenti sono stati dettagliati e completi, ne ho davvero beneficiato. C’erano anche sessioni di pipe band, sulla bellissima spiaggia di Calambrone. Ho imparato che suonare un brano a casa da soli è diverso (e più difficile) rispetto al suonare in sintonia con un grande gruppo! 

Per me, come sacerdote missionario, è stata davvero un’esperienza nuova. Uno dei partecipanti mi ha chiesto se si può suonare la cornamusa in chiesa. Ho risposto: “Beh, nell’ultimo salmo, il numero 150, si dice ‘Loda il Signore con la cornamusa’, quindi perché no? E se lo Spirito è il respiro, visto che usiamo così tanto il nostro respiro, allora tutti i pipers dovrebbero avere un vantaggio nell’essere spirit-uali! 

I momenti informali a tavola sono stati ottimi per conoscersi. Mi è piaciuto parlare con ognuno di loro, scoprire il loro viaggio, cosa hanno imparato e come hanno superato le sfide dell’apprendimento del pipe.

La Spring School ha davvero fatto scattare la molla per quanto riguarda il suonare la cornamusa. Ho imparato così tanto nei momenti formali e informali. 

Un grande grazie a tutti gli organizzatori e a tutti i partecipanti! Happy piping!

First time at the Spring School

It was my first time at the Spring School. I must say I am very grateful for the welcome and friendship shown by all. I travelled from Rome by train, and met everyone at lunch at the Regina Mundi venue. Over the next few days, I enjoyed to enter into the world of Italian pipers (with one Dutch and 3 Scots)! 

My experience of piping until then had been all online. I had started the chanter in 2020 when I was assigned in the mission in Manila, Philippines, a country with only one piper in existence! My lessons, which were a great help, were via Skype through the National Piping Centre in Glasgow, the city where I am originally from (well I was born in Renfrew actually, 15 kilometres away). Big thanks to the great teachers at the NPC – Andrew (Bova), Dan (Nevans), but specially the excellent and ever professional Margaret (Dunn), with whom I have had lessons since January 2021.

So I went to the Spring school with the experience of one year of chanter, and one year of pipes. The School itself was really excellent – I felt like it helped me really be immersed into the world of piping. It was such a novelty to actually meet real, alive, pipers in person, over 30 of them – with so much experience, passion and enthusiasm! 

The lessons were very helpful (with Wilson Brown and Ailis Sutherland from the NPC, as well as Italy’s finest, Alberto Massi). During them we looked at various tunes such as reels and strathspeys, had a chance to ask questions, and also improved our theory on some specific points. 

The workshops on tuning and pipe set up were detailed and comprehensive. I really benefitted from them. There were also sessions of piping altogether, on the beautiful beach. I learned that just because you can play a tune at home on your own, it is different (and harder) to play in tune with a big group! 

For me as a missionary priest, it was really a novel experience. One of the participants asked me if you can play the bagpipes in Church. I replied “Well in the last Psalm, number 150, it says ‘Praise the Lord with pipes’ so why not?” And if the Spirit is the breath, seeing as we use our breath so much, then all pipers should have a head start in being spirit-ual! 

The informal moments at table were great times to get to know each other. I enjoyed getting to know each one, finding out about their journey, what they had learned and how they overcome the challenges of learning the pipes.

The Spring School has really put a spring in my step regards bagpipe playing. I learnt so much in the formal and informal moments. 

A big thank you to all the organizers and to all the participants! Happy piping!

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

ISCRIZIONE SPRING SCHOOL 2022!

LINK: https://forms.gle/AEaNYnqZ2et6ipx69

Carissimi piper e drummer,
con grande entusiasmo e riconoscenza vi comunichiamo che le iscrizioni alla Spring School 2022 sono ufficialmente aperte!

Il vostro positivo feedback è stato determinante per permetterci di mantenere le tariffe degli anni passati, nonostante gli aumenti dei prezzi ben noti a tutti.

Iniziamo comunicandovi che la Spring si terrà ufficialmente da Giovedì 28 Aprile a Domenica 1 Maggio.

Due importanti cambiamenti di questa edizione :

  • gli esami si terranno giovedì mattina per permettere agli esaminandi di “cavarsi il dente” immediatamente,
  • sarà disponibile una classe speciale per i beginner, in modo da poter accogliere anche i Piper alle prime armi.

La tariffa complessiva è di € 385 a partecipante, con inclusi:

  • pernottamento e pasti da giovedì a domenica (3 notti)
  • lezioni con gli insegnanti del National Piping Centre e Alberto Massi.

Per chi lo desiderasse c’è la possibilità di pernottare anche Mercoledì sera, 27 Aprile, al costo di € 35.

IL COSTO DEGLI ESAMI È DA CONSIDERARSI A PARTE.

SOLO PER BEGINNER
Arrivo Venerdì 29 aprile e partenza Domenica 1 Maggio con costo complessivo di € 180.

Per ottemperanza alle normative Covid le stanze saranno singole.

Per gli accompagnatori la tariffa è di € 230 complessivi.

Per l’iscrizione è richiesto il versamento, tramite bonifico bancario, di un acconto pari a € 100 più € 10 di tesseramento all’associazione, per un totale di € 110.

Vi ricordiamo che il tesseramento è obbligatorio per poter partecipare ed ha validità annuale (gli accompagnatori non sono obbligati all’iscrizione all’associazione).

Il resto della cifra sarà saldata in loco Giovedì 28 Aprile. Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci alla mail springschool@bagpipe.it.

Le iscrizioni saranno aperte fino a Domenica 3 Aprile.

LINK: https://forms.gle/AEaNYnqZ2et6ipx69

ENGLISH VERSION:

Dear pipers and drummers,
the fairly good number of you showing interest for this event enabled us to keep prices low despite recent rising costs.

The 2022 Italian Spring School will be run from thursday, April 28th, to sunday, May 1st in Calambrone (PI).

Participation cost will be 385 euros, including accommodation in single room and meals from Thursday to Sunday afternoon (3 nights) and teaching.
It will be possible to book an extra night for Wednesday 27th for just 35 euros.

PDQB exams will be held on Thursday in order to have minimal impact on teaching.

The examination fees are NOT included.

This year a special class will be devoted to absolute beginners (special price! From Friday to sunday just 180 euros!)

For any guest (no teaching) the amount due is 230 euros.

In order to register please send 110 euros  by bank transfer.

IBAN Code: IT86T0306909606100000181066
To pay the deposit please effect a bank transfer to: Associazione Piper & Drummer Italiani APS
Indicating the reason as “Iscrizione Spring School 2022 + Surname”.

The rest of the amount will be paid on the spot Thursday 28 April. For further information do not hesitate to contact us at springschool@bagpipe.it.

Registrations will be open until Sunday 3 April.

LINK: https://forms.gle/AEaNYnqZ2et6ipx69

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Sondaggio Spring School ’22

Carissimi tutti Piper e Drummer,
come anticipato nei giorni scorsi, il seguente sondaggioè indispensabile all’associazione per capire quanti saranno gli eventuali iscritti alla Spring School di questa primavera.

La Spring si terrà al Regina Mundi di Calabrone (PI) dalla giornata di giovedì 28 aprile a domenica 1 maggio.

Quest’anno potranno tornare in presenza gli insegnanti del National Piping Centre e al momento l’impegno maggiore per noi è quello di mantenere le tariffe in linea con quelle degli anni passati, l’unico modo per farlo è avere il maggior numero di iscritti possibile.

Pertanto vi chiediamo di partecipare e di diffondere il più possibile l’iniziativa.

Vi ringraziamo per l’attenzione e non vediamo l’ora di rincontravi e rincontrarci tutti!

LINK AL FORM: https://forms.gle/hpKipYW2j2Vv5nCJ9

Survey for Spring School ’22

Dear all Piper and Drummer, the following survey is essential for the association to understand how many will be the possible members of the Spring School this spring.

The Spring will be held at Regina Mundi in Calabrone (PISA) from Thursday 28 April to Sunday 1 May.

This year the teachers of the National Piping Center will be able to return and at the moment the greatest commitment for us is to keep the rates in line with those of past years, the only way to do this is to have as many members as possible .

Therefore we ask you to participate and to spread the initiative as much as possible.

We thank you for your attention and we can’t wait to meet you all again!

LINK TO THE FORM: https://forms.gle/hpKipYW2j2Vv5nCJ9

Condividi-Share
Pubblicato in Corsi, Scuole ed Eventi collegati, Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Il gathering 2021 visto da Alessio Fontana.

Quest’anno affidiamo il compito di scrivere una riflessione sull’ultimo gathering ad Alessio Fontana, giovanissimo piper, classe 2002.Alessio


Era un’ordinaria giornata primaverile quella in cui, alla fiorente età di dodici anni, venni malauguratamente ed inaspettatamente travolto da un’eccessiva manifestazione di follia, che mi condusse nell’arco di pochi giorni ad intraprendere un lungo ed articolato cammino che tutt’oggi mi ritrovo a percorrere: cominciai allora ad impegnarmi nello studio della cornamusa scozzese e mi avvicinai per la prima volta al peculiare quanto stupefacente mondo celato dietro questo strumento musicale.
Ogni anno, da allora, si aggiunge agli altri uno speciale periodo di festività, ugualmente se non maggiormente capace di farsi attendere con trepidazione per un anno intero e di donarmi ciascuna volta nuove emozioni ed intensi ricordi. Ogni anno arriva il momento del B.I.G. Gathering.
Solo chi come me aspetta con ansia questo evento e ritorna a casa affranto dopo la sua conclusione può comprendere l’importanza dei tre giorni passati assieme sotto il sole, o la pioggia, toscani, incessantemente accompagnati dal suono di una cornamusa (o dal grido atavico di un Velocicharra*) e da allegre libagioni il cui fine ultimo è, a scanso di equivoci, solamente quello di eludere la disidratazione. A fondamento di tutto ciò, però, non vi è solamente la condivisione di una passione musicale, che certamente riesce ad unire individui provenienti da ogni angolo d’Italia. Ciò che ispira il Gathering è anche, e soprattutto, un profondo senso di amicizia, sono la volontà ed il desiderio di rivedersi, di incontrare un’altra volta qualche vecchio amico troppo distante o di avventurarsi in nuove amicizie pronte per durare negli anni. Oggi, passati ormai sette anni dall’inizio del mio viaggio, posso dire di essermi definitivamente perduto, di aver seguito ignaro la mia passione fino a precipitare in questo luogo di amicizia, di collettività, troppo accogliente per poter mai essere abbandonato. Dal mio arrivo ho visto questo mondo crescere ed evolversi, ho assaporato ogni esperienza con avidità e lungo il cammino ho incontrato persone preziose, il valore della cui amicizia è arrivato infine a superare la pur profonda passione che in principio, sola, mi tratteneva.
Ogni anno il Gathering riesce, con la sua convivialità, a stimolarmi tanto nello studio musicale quanto nella crescita personale: è un’iniezione di vitalità e di entusiasmo per ogni suo partecipante. Attraverso le lezioni acquisto interesse a migliorare musicalmente e grazie alla compagnia di chi mi circonda ritrovo sempre una grande fiducia nelle relazioni interpersonali. La cosa magnifica è che, puntualmente, ad ogni edizione il Gathering riesce a superare sé stesso! Le storie da raccontare aumentano, la passione cresce e le amicizie si consolidano. Non credo riuscirei a restituire verbalmente quanto questo grande gruppo di amici mi ha donato negli ultimi sette anni, posso solamente esprimere la mia più profonda gratitudine nei confronti di chi ha creato tutto ciò o contribuisce in qualsiasi modo a preservarne la prosperità. Ringrazio in particolar modo Riccardo, Alberto e Raffaele, per avermi dato la possibilità di vivere annualmente tali magnifici momenti ,nonché Roddy MacLeod, per il sincero affetto che dimostra continuamente verso questa nostra, alquanto originale, comitiva.

* NDR animale quasi mitologico a metà tra un dinosauro ed un piper che si nutre di anolini, dal verso spaventoso formato da sole consonanti R e che viveva nel parmense durante l’ arrabitocene.

Condividi-Share
Pubblicato in Corsi, Scuole ed Eventi collegati | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Big Gathering 2021

Facendo gli opportuni scongiuri, varianti, colori e decreti permettendo, abbiamo organizzato la 19ma edizione del B.I.G. Gathering 2021, che si svolgerà il penultimo weekend del mese di Settembre 17/18/19 presso la casa vacanze Regina Mundi a Tirrenia (Pisa).

Quest’anno saranno con noi il Alberto Massi, Roddy MacLeod M.B.E. e il M° Mauro Pambianchi in qualità di insegnanti.

Come è risaputo il B.I.G. Gathering è principalmente un’occasione di festa, di incontro tra persone accomunate dal desiderio di suonare, fare musica. Senza dimenticare le caratteristiche tecnico musicali peculiari di ogni strumento. Quest’anno, in via del tutto eccezionale, per venire incontro alle richieste giunte da alcuni pipers, sarà possibile per coloro che hanno risposto affermativamente al sondaggio, di svolgere esami dal 4° al 7° livello e questo occuperà tutta la giornata di venerdì fin dal mattino.

Programma di massima Gathering 2021 

Venerdì

  • Venerdì mattina ( per i soli partecipanti alle sessione di esame )
  • dalle ore 9.00 in poi e fino al pomeriggio in varie sale del Regina Mundi sessioni di esame.
  • delle ore 16 in poi   nella sala teatro registrazione dei partecipanti e a seguire “mettiamo a posto gli strumenti” fino ad ora di cena con Roberto Arrabito ed altri “volenterosi” in quanto Alberto e Roddy impegnati per gli esami fino a sera speriamo non troppo tardi.
  • ore 19:30/20:00  a seconda delle esigenze alberghiere Cena
  • Dopo cena Musica a tutto spiano 

Sabato

  • Sabato ore 8:00 – 9:00 Colazione
  • ore 10.00 studiamo i brani del gathering: crossing the river po e lochanside in fondo le versioni normali e facilitate per gli inesperti (sono contassegnate dal suffisso gg)

massed band di prova

  • ore 13.00 Pranzo
  •  ore 15.00 ( 14.30?) BIG contest 4 categorie: un brano a piacere (anche practice), un marching set (due o più marce in 2/4, ¾,4/4,6/8,9/8), Msr(ciascun brano in 4 parti o 2 da 2 parti), Msr former winners( solo brani in 4 parti, riservato a chi ha già ricevuto premi in passati Msr).
  • a seguire Massed band on the beach
  • ore 20:00 Cena  
  • dopo cena Ponce  e musica a tutto spiano
  • ore 23:59 Spuntino notturno

Domenica

  • Sabato ore 8:00 – 9:00 Colazione
  •  ore 10.00 Massed band
  • ore 13 pranzo  a seguire premiazioni saluti

Il programma potrà subire variazioni a seconda delle esigenze dell’organizzazione

Costi e Sistemazioni

Il costo e di € 200,00 per i partecipanti al gathering Standard da diritto a: Sistemazione in stanza singola e pensione completa dalla cena di venerdì 17 al pranzo di domenica 19 Settembre ed a tutte le attività del gathering esclusi gli esami PDQB, sarà possibile venire con un accompagnatore in stanza doppia, in questo caso al costo della sistemazione standard verrà aggiunta la tariffa di € 135,00 per l’accompagnatore che avrà anche lui diritto al trattamento di pensione completa.

Il costo per i partecipanti al gathering che intendono fare l’esame PDQB è di € 300,00 ed avranno diritto, oltre alla sistemazione standard di cui sopra, anche al pernottamento di Giovedì 16 ( ma la cena è esclusa!) ed il pranzo del 17 in quanto l’esame inizia il venerdì alle 9:00. Sono compresi anche i costi per gli esaminatori ma, NON È COMPRESO IL FEE PER IL PDQB che va pagato cash sul posto. Qualora desiderassero provvedere in autonomia al pernottamento del 16 settembre od arrivare direttamente la mattina presto a Pisa si prega contattare Il Presidente dell’ Associazione Piper & Drummer Italiani

Sig. Raffaele De Paola E.S.

al numero :

Per le Iscrizioni riempire il form a questo link: “MODULO” ricordando di effettuare il bonifico di € 100,00 all’ iban IT86T0306909606100000181066
Causale caparra gathering. Beneficiario associazione Piper e Drummer italiani

Per partecipare sarà richiesto il Green Pass

Chi non viene è pazzo…..

Lochanside

Scarica Lochanside qui

lochanside-gg

Scarica Lochanside facilitato qui

Argylls-Crossing-the-River-Po

Scarica Argylls Crossing The River Po qui

Argylls-Po-gg

Scarica Argyll Crossing The River Po facilitato qui

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Italian Piping Spring School Annullata!!!

Carissimi tutti Pipers e Drummers,
vi informiamo che purtroppo non abbiamo raggiunto il numero minimo di iscritti (30) per poter attivare la Spring School 2021.

Sapevamo della difficoltà dell’impresa ma ci abbiamo comunque provato volentieri e vi ringraziamo di aver accolto con entusiasmo la nostra proposta.

Provvederemo quanto prima al rimborso a chi aveva già versato la caparra.

Non tutte le speranze sono perse, noi per primi abbiamo voglia di vedervi e suonare insieme perciò stiamo organizzando un raduno informale, che quindi non rientrerà sotto il cappello degli eventi dell’associazione, per le stesse date in cui avrebbe avuto luogo la Spring School.

Al momento stiamo vagliano due possibili soluzioni, cercando di mantenere medesimi costi e avendo la possibilità di usufruire di spazi adeguati per suonare insieme.

In settimana avremo una proposta concreta e ve la sottoporremo.

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Brexit e Dogana che fare?

Come tutti sapete dallo scorso primo gennaio  il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord non fa più parte della comunità economica europea. Senza entrare nelle problematiche politiche di questa decisione vediamo  le problematiche che potremmo avere  nell’acquisto dei vari accessori che il nostro strumento richiede e che naturalmente provengono  da lì.

 La prima cosa e credo che qualcuno se ne sia già purtroppo  è che le spedizioni provenienti dalla Gran Bretagna devono sottostare alle regole doganali.  Questo comporta  un aumento dei costi non solo  perché dovremmo pagare un dazio ma ci sarà anche un costo che  i vettori di trasporto devono applicare  perché devono presentare il pacco ai funzionari doganali. Questi  costi di presentazione alla dogana variano da vettore a Vettore quindi dovremmo tenerne conto quando ordiniamo e chiedere preventivamente a quanto ammonteranno i costi di presentazione alla dogana. On-line non si trovano i  i costi che i corrieri applicano o almeno io non sono riusciti a trovarli.  Quindi  inserisco ad esempio il link alla pagina di Poste Italiane che è l’unica che mostra i costi :

Qui sotto vi inserisco il link alla pagina delle tariffe con gli approfondimenti normativi 

https://www.poste.it/costo-sdoganamento-spedizioni-estero.html

I costi Mostrati qui sopra Sono relativi alla presentazione all’Ufficio delle Dogane delle Merci e non ai dazi quindi dovete aggiungervi come minimo l’IVA al 22% del valore dell’oggetto se previsto per esempio sotto €150 Probabilmente non è dovuta Ma dovete tenere conto che non è solo una questione di valore ci sono degli oggetti che per protezionismi di varie nazioni hanno una aggiunta in più quindi non sono in grado di dirvi la cifra volendo esiste più il complicatissimo database dell’Agenzia delle Dogane di cui vi lascio il link ma  dovete essere dei Professionisti del settore per usarlo quello Calcola non il costo della presentazione alla dogana ma il costo del dazio vero e proprio il  il cosiddetto codice t a r i c,  che è il codice  che la dogana usa per differenziare l’oggetto Nel nostro caso dovrebbe essere 92099 9 per ance o altri accessori Comunque vi lascio il link e vi potete divertire. 

https://aidaonline7.adm.gov.it/nsitaricinternet/NomenclatureImportServlet

Vi metto qui un altro link  in cui si viene spiegato il funzionamento  funzionamento dei dazi doganali e di come fare a spedire e ricevere.

https://blog.spedire.com/calcolo-dazi-doganali-online#spedire-importare

Da esperienza personale i prezzi più bassi di presentazione alla dogana sono quelli di Poste Italiane a me è capitato di spendere per una cosa e veniva dal Sudamerica €50 solo di presentazione alla dogana senza considerare poi l’IVA e i dazi vari….  mi hanno detto che alcuni hanno pagato anche €80 solo di presentazione alla dogana.  Speriamo che nel proseguo della situazione anche le ditte che spediscono queste cose si adeguino per far sapere in anticipo il costo finale dell’oggetto oppure dovremmo rivolgersi ad alcuni importatori che avendo una  grossa quantità di oggetti in una volta sola riescono a risparmiare i costi di presentazione doganale Però naturalmente poi faranno un ricarico commerciale sul prezzo finale. 

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Merry Christmas & Happy New Year

Alla fine di un anno difficile il Big & Api augura atturi un buon Natale ed un felice 2021.

At the end of a difficult year, Big & Api wishes you a Merry Christmas and a happy 2021

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Gathering 2020

Il Resoconto di Giancarlo Percopo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo resoconto di Giancarlo Percopo (Barbagianka per gli amici)

Resoconto Gathering B.I.G. e A.P.I. 

18, 19 e 20 Settembre 2020

E’ domenica pomeriggio, e piove. 

Come sempre negli ultimi anni, la penultima domenica di settembre a Calambrone piove.

Mi viene da pensare, parafrasando un vecchio blues, che il cielo pianga per noi e al posto nostro… Ma bando ai sentimentalismi, sono troppo stanco e reduce da una notte brava.

Salgo in auto ed inizio a buttare giù qualche rigo, voglio scrivere un piccolo resoconto di questo weekend, ma nulla che possa davvero farvi provare ciò che è stato. 

Per tutti questo 2020 è stato un Annus Horribilis, ricordo che  proprio a pochi giorni della consueta Italian Spring School of Piping 2020, l’evento è stato cancellato…poi la pandemia, il lockdown e tutto il resto appresso. Così mai avrei creduto possibile vedere organizzato il Gathering 2020, eppure

Eppure! Quanta forza, quanta tenacia e caparbietà in questa parola: EPPURE!

Ai primi di settembre la conferma: il Gathering 2020 dei pipers italiani ci sarà. 

Gli ospiti stranieri saranno in forse fino alla fine, eppure il gathering 2020 si farà. 

Le adesioni non sono tante come negli anni passati eppure sono abbastanza per organizzare l’evento.

La presenza di Roddy MacLeod, Craig Muirhead e Gus Sicard (i quali purtroppo non sono potuti venire), è sempre graditissima, eppure la voglia di stare insieme ha prevalso. 

C’è la volontà di radunarsi, che questo anno è più forte e sentita che mai, eppure tanto basta.

Quando in futuro ripenserò a questo evento so, con certezza, che la prima immagine che mi verrà in mente sarà il tavolo all’ingresso, con grossi flaconi di disinfettante, rotoli di carta assorbente, alcool e mascherine chirurgiche monouso che l’Associazione Pipers Italiani ha messo a disposizione di tutti gratuitamente. Qualcuno potrà pensare che non è certo una bella immagine da conservare a ricordo, eppure racchiude in sé il desiderio, l’impegno, e la voglia di continuare, di fare i conti e andare avanti, di non arrendersi alle avversità. In questa immagine io vedo la serietà, l’impegno e la dedizione di un gruppo di amici, ormai lo zoccolo duro del piping italiano, che anno dopo anno, e senza nessun tornaconto personale, si impegna e si dà da fare per tenere in piedi questo fenomeno che siamo noi: italiani con la passione per la Cornamusa Scozzese, strumento così lontano eppure così affascinante.

Un grazie ed un applauso lungo più dei mesi appena trascorsi. 

A Riccardo Bonanni, a Raffaele Depaola, ad Alberto Massi, e a tutto il BIG, e a tutta l’ API.

Senza di voi non saremmo altro che un branco di celtacchioni allo sbaraglio! HOLD FAST

Ma ecco in breve (?!? ma se non ho la benché minima dote di sintesi!?!) cosa è successo nel weekend:

Il venerdì pomeriggio, dopo i discorsi di benvenuto, le presentazioni, i ringraziamenti ed il vademecum di regole igieniche e di distanziamento da rispettare, Alberto tiene un workshop sulla accordatura della bagpipe, sia chanter che bordoni, dirigendo ciascun volontario nelle operazioni, senza mai intervenire direttamente. Mettere mano alla pipe degli altri è fuori luogo ai tempi del  covid, ma questa è l’occasione giusta per smaliziare un poco i principianti mettendoli di fronte ai problemi ed alle soluzioni. Certo, ci vuole più tempo, ma a fine workshop tutte le pipes sono accordate. 

Ci disponiamo in cerchi concentrici con il giusto distanziamento e la musica della Italian Massed Band rompe il silenzio. Il dopo cena, come ogni anno è libero, chi vuole suona, da solo o a piccoli gruppi, e l’attenzione di Alberto Massi è completamente dedicata ai suoi studenti, così come pure i suoi preziosi consigli. E’ l’occasione, per ognuno di noi, per tirare le somme di un anno di studio.

Il sabato mattina viene speso affrontando gli argomenti che ognuno di noi ha suggerito. E qui ce n’è per tutti, dalle questioni riguardanti la meccanica e la gestione dello strumento, la manutenzione, l’intonazione precisa di uno o più chanter, il sistema di accordatura temperato e quello pitagorico, la scelta delle ance e così via discorrendo fino all’espressività musicale nell’esecuzione di un brano.

Al pomeriggio si imbracciano di nuovo le pipes e tutti a fare le prove per la Massed Band. Quest’anno la sfilata ed il concerto a Livorno non si possono fare, eppure c’è la spiaggia, ci siamo noi, ed è quasi il tramonto…e allora via a suonare in formazione di marcia lungo le belle spiagge di Calambrone e Tirrenia. Arriviamo così al sabato sera, chi ha voglia di suonare suona, ma tanta gente si accontenta di essere lì insieme, di essersi ritrovata dopo tanti mesi; e forse, per la prima volta in diciassette anni, ci sono più cose da raccontarsi che brani da suonare, eppure va bene così. Mauro (il drum major) si improvvisa in una dimostrazione di strumenti insoliti, e conquista la curiosità di tantissimi, così molti potranno raccontare di aver fatto suonare anche zucche e calderoni pieni d’acqua. Per chi era presente gli scorsi anni poi, non sarà una novità il consueto rinfresco di mezzanotte a base di prodotti enogastronomici provenienti da ogni regione di Italia, ed in questa atmosfera la serata scorre via leggera e serena.

La domenica mattina trascorre tra practice chanter e cornamuse, lavorando su una semplice marcia adatta a tutti i livelli, che tanto lo scopo è stare insieme, riuscendo addirittura ad andare da zero a Bagpipe con un brano nuovo, in sole due ore. Evvai!

Giunge infine l’ora dell’ultimo pranzo, che come ogni anno tutta l’allegria si porta via…resta giusto il tempo per gli ultimi calici, i brindisini (lalà lalà lalà!!!), i saluti (sarebbe più corretto dire le sgomitate), i ringraziamenti e le promesse di rincontrarsi il più presto possibile.

E’ domenica pomeriggio, e piove. 

Come sempre negli ultimi anni, la penultima domenica di settembre a Calambrone piove…

eppure noi eravamo lì.

Giancarlo Percopo

Cornamusa-Milano

Condividi-Share
Pubblicato in Senza categoria | 1 commento