R.G. HARDIE DRONE REEDS


Segnaliamo due new entry nel mondo delle ance per bordoni e, conseguentemente, due new entry nell’ API-SHOP

Si tratta del set di ance sintetiche prodotte dalla R.G.Hardie e del  set di ance composite prodotte dalla McCallum.

In questa prima “finestra” guardiamo da vicino il set della R.G.Hardie che viene commercializzato con il nome R.G. HARDIE DRONE REEDS

Queste ance sono aostanzialmente una rielaborazione del progetto costruttivo delle Balance Tone Reeds realizzato dalla Highland Reeds di cui ripropongono la struttura di base.

La peculiarità di queste ance è rappresentata dal fatto di essere state studiate specificamente per la gamma di cornamuse prodotte dalla R.G.Hardie (e quindi anche per quelle prodotte con il marchio Peter Henderson e St.Kilda).

I piper più esperti conoscono benissimo l’importanza di un tale criterio costruttivo. Infatti, come anche avviene per il pipe chanter, non tutte le ance vanno bene indifferentemente per tutti i bordoni.

Come anche per le ance del pipe chanter, ci sono ance che montate su diversi set di bordoni  rendono prestazioni di gran lunga differenti tra loro.

L’aver quindi pensato e prodotto ance che si sposano in modo ottimale con uno specifico tipo di cornamusa se da un lato rischia di apparire esageratamente  perfezionistico, dall’altro offre al musicista la soluzione già pronta e confezionata a ogni problema timbrico o di gamma armonica.

Certamente tutto ciò viene pur sempre filtrato dal gusto individuale ma sapere di poter contare su di un prodotto specifico per ottenere la resa ottimale dal proprio strumento è già un gran passo in avanti.

Di ciò si deve dare merito alla R.G.Hardie che, presentando questo set di ance come specificamente studiato per le proprie cornamuse, di fatto “si chiama fuori” da un ben più ampio mercato.

Altre caratteristiche di questo set di ance (ma ciò viene affermato un po’ per tutte) sono l’estrema facilità con cui si riesce a ottenere lo “strike in” il che le rende perfette per i principianti e la semplicità delle operazioni di “set up” in fase di adattamento dell’ancia alle proprie personali esigenze.

Come al solito ci riserviamo una più approfondita analisi del prodotto non appena avremo l’opportunità di effettuare un test.

Author:

Condividi-Share
Questa voce è stata pubblicata in Sotto la Lente. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.