Martyn Bennett

Martyn Bennett

Una figura di piper per certi versi intrigante è quella di Martyn Bennett, spesso definito “techno-piper” per la naturalezza con cui assembla le sonorità sia delle Highland che delle small pipes con il violino elettrico, su un tappeto di suoni campionati e di batterie elettroniche che eseguono ritmiche funky e hip-hop. La cornamusa scozzese, ad onta di un suono fin troppo caratteristico, si affaccia così ai nuovi scenari tecnico-musicali dell’epoca contemporanea.

Martyn Bennett (17 febbraio 1971-gennaio 2005) musicista scozzese nato in Canada successivamente trasferitosi con la madre in Scozia , è ‘stato estremamente influente nello sviluppo della moderna fusion celtica, una miscela di musica tradizionale celtica e moderna.. Ha iniziato a Suonare la Great Highland Bagpipes all’età di 10.e dall’età di circa 12 Anni ha iniziato a vincere Premi in diversi concorsi in Scozia. Ha poi messo mano su un violino, iniziando a comporre dall’età di 15nella città di Edimburgo continuando i suoi studi presso la Royal Scottish Academy of Music and Drama . Nel 1994, ha iniziato a trascorrere più tempo con il suo primo genere musicale, folk e musica tradizionale, e non molto più tardi ha iniziato a sperimentare con i suoni elettronici ( del resto bisogna anche considerare i tempi) . Si è esibito alla festa anteprima mondiale del film Braveheart.
Nel 1996 pubblica il suo primo omonimo album su etichetta indipendente Eclectic Records. e riceve ottime critiche.

Nel 1998 esce il suo nuovo lavoro discografico, Bothy Cultur da molti considerato il suo miglior lavoro. Dopo un primo lavoro prettamente solista, Martyn crea un progetto chiamato Cuillin. Si compone di Rory Pierce (Irish pipes, flutes and percussion), di Kirsten Bennett (campioni, chiavi e backline), Deirdre Morrison (violino e voce) e Rory Pierce (cornamusa irlandese, flauti e percussioni).

Nel 2000, Poco dopo un’acclamata performance al Cambridge Folk Festival, gli fu diagnosticato un linfoma di Hodgkin.

Il suo ultimo album, Grit, è stato registrato durante la sua lotta contro la malattia e segna un drastico cambiamento nel suo suono in quanto, secondo le note pubblicate sul suo sito web, in quel periodo era diventato troppo debole per suonare i suoi strumenti e ha dovuto affidarsi interamente su campionatori e sintetizzatori, al fine di continuare a creare la sua musica.

E’ venuto meno il 30 gennaio 2005, dopo una lunga lotta contro la sua malattia.

La sua composizione, Mackay Memoris, è stata suonata in apertura del parlamento scozzese nel 1999 dalla band di Broughton High School.

Il 5 luglio 2005 a Martyn stato rilasciato il titolo di “Doctor of Music” (honoris causa) dalla RSAMD. Era la prima volta che il Collegio dei docenti conferiva la laurea honoris causa postuma.

considerazioni personali:

per chi ama un certo ritmo e non disdegna i suoni campionati uniti ad una “ certa ricerca musicale”, alcuni brani sono assolutamente da ascoltare; uno per tutti Harry’s in Haven (Hardland).

Ringrazio “ fonti varie e un caro amico per la traduzione.

antonio
Author: antonio

Condividi-Share
Questa voce è stata pubblicata in Piper. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.