HIGHLAND e SCOTTISH DANCING

 

 

Suonare per dei ballerini è una esperienza che ogni piper dovrebbe prima o poi sperimentare.

In questa occasione il suo strumento sarà al servizio della danza, ma solo grazie a una accurata esecuzione del set di brani il ballo potrà essere eseguito soddisfacentemente.

Questo implica che per suonare per la danza occore essere ben preparati sui brani da eseguire e che bisognerà cooperare sostanzialmente con il ballerino/a o con il corpo di ballo per raggiungere un accordo su lunghezza, velocità e stile dell’esecuzione.
Purtroppo le danze scozzesi, soprattutto quelle soliste, non hanno un gran seguito qua da noi perché fisicamente impegnative e poco socializzanti; un po’ meglio va con le country dance, alcune delle quali (ad esempio il cerchio circasso) rientrano nelle danze standard che vengono insegnate ai corsi di ballo popolare.

Scottish dancer

Naturalmente non è questa la sede per presentarvi nel dettaglio tutte le danze scozzesi e i set di brani necessari al loro svolgimento; daremo semplicemente uno sguardo panoramico alle diverse tipologie e cercheremo di sottolineare quali siano gli impegni che aspettano il piper durante questa esibizione, che risulta molto appagante e divertente fermo restando l’impegno necessario, che non è da sottovalutare.
Ogni danza ha un suo ritmo: binario, ternario, semplice o composto; dovremo perciò scegliere per ciascun ballo il genere appropriato, strathspey, reel, jig, march e così via.
Poi, dovremo concordare con i ballerini la velocità di esecuzione del brano. Sovente, per ballerini poco allenati, è preferibile suonare a una velocità piuttosto sostenuta rispetto allo standard di esecuzione per sola musica, allo scopo di limitare la durata di movimenti fisicamente impegnativi; questo però si traduce in una maggiore difficoltà di esecuzione per il piper.

Ecco il motivo per cui solitamente vengono scelti per la danza brani poco impegnativi, e sovente semplificati nella tecnica.
Dobbiamo ricordare che l’esecuzione è rivolta ai ballerini e un eccesso di ornamentazione può ostacolare la ritmicità della musica, che in questo caso è di primaria importanza.
Infine, dovremo segnalare la lunghezza dell’introduzione al ballo, necessaria per far preparare i ballerini, per farli iniziare tutti insieme e per fornire in anticipo la velocità che abbiamo scelto.
Solitamente si usano quattro misure, che possono essere quelle iniziali o quelle finali del brano o di uno dei brani che stiamo per eseguire.

 

Nei prossimi articoli daremo un’occhiata ai tre principali gruppi di danze: la solo dance, la team dance e la country dance.

Alberto Massi
Author: Alberto Massi

Condividi-Share
Questa voce è stata pubblicata in La Musica. Contrassegna il permalink.

0 risposte a HIGHLAND e SCOTTISH DANCING

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.